Onicomicosi

Per prendersi cura della propria salute è fondamentale affidarsi a professionisti seri ed affermati. Per vivere a lungo e bene bisogna impegnarsi a seguire uno stile di vita non soltanto sano, ma anche attivo: il movimento fisico aiuta a prevenire moltissime malattie, anche di tipo cronico. Lo stato di salute poi passa anche dall’abbandono del fumo, un vizio che può avere delle gravi conseguenze negative.

Cosa sono le onicomicosi

Un malanno molto diffuso che colpisce sia uomini che donne sono i funghi delle unghie noti, anche come onicomicosi. Le onicomicosi sono particolarmente diffuse e riguardano sia le mani che i piedi. Purtroppo molto spesso sono trascurate e questo determina un peggioramento dei sintomi che possono comportare la modifica del colore dell’unghia e perfino la sua caduta.

Le cause che determinano le onicomicosi sono varie e comprendono anche il camminare scalzi in piscine e palestre pubbliche e l’indossare calze che non favoriscono la traspirazione. Quando compare l’infezione, i sintomi caratteristici riguardano la modifica del colore e della struttura ungueale, che può anche diventare molto spessa. In alcuni casi si può arrivare alla caduta dell’unghia stessa. Quasi sempre, l’onicomicosi non regredisce in maniera spontanea, ma è necessario ricorrere a farmaci specifici.

Per risolvere l’onicomicosi è necessario rivolgersi al proprio medico di base, o ad un medico dermatologo (potete cercare qui i contatti telefonici dei dermatologi della vostra città).
 
Nei casi più gravi, il trattamento delle micosi delle unghie potrebbe prevedere anche il ricorso a farmaci da assumere per via orale o il ricorso alla terapia fotodinamica.

Come prevenire le onicomicosi

Le infezioni da funghi si possono prevenire evitando di strappare o tagliare le pellicine, perché da eventuali tagli o lesioni possono penetrare gli agenti patogeni responsabili della patologia. Inoltre, l’attrezzatura della manicure dovrebbe essere strettamente personale e mai utilizzata da estranei. Per le donne è opportuno sottolineare che in presenza di funghi delle unghie non è consigliabile ricorrere alla ricostruzione né all’applicazione di smalto comune.

Un altro consiglio utile è quello relativo alla scelta della biancheria, che dovrebbe essere realizzata con fibre naturali, mentre sarebbero da evitare calze con fibre sintetiche.

Durante la cura non bisogna impiegare gli strumenti contaminati sulle unghie sane e dopo aver toccato quelle malate bisogna lavarsi utilizzando acqua calda e sapone.