Concentratore di ossigeno

L’aria che respiriamo in ogni istante della nostra vita contiene il 21% di ossigeno. Questa percentuale è necessaria per respirare normalmente, a meno che non sussistano dei problemi respiratori che bloccano l’affluenza dell’ossigeno ai polmoni.

La percentuale del 21% non è inoltre sufficiente per le persone che soffrono di problemi respiratori legati a diverse patologie, quindi l’apporto artificiale di ossigeno si rivela essere la terapia indispensabile da proporre ai pazienti con insufficienza respiratoria per permettere loro di vivere.

La medicina moderna e le tecnologie di laboratorio hanno dato vita ad un dispositivo che si chiama concentratore di ossigeno, il quale serve per fornire ai pazienti una concentrazione di ossigeno superiore a quella presente nell’atmosfera e quindi permettere loro di respirare e di proseguire normalmente le funzioni vitali. Il concentratore di ossigeno è un apparecchio che serve per fornire una dose di ossigeno supplementare, che deve essere impostato direttamente nell’abitazione del paziente.

Il concentratore di ossigeno può essere facilmente introdotto nelle abitazioni dei pazienti e si basa su un funzionamento a due cilindri. Il suo peso è molto inferiore alle normali bombole di ossigeno e le sue dimensioni sono minute, quindi più confortevoli per il paziente. Si tratta, in definitiva, di un dispositivo più leggero, meno ingombrante e decisamente meno costoso rispetto ai metodi finora impiegati per rifornire di ossigeno i pazienti con ridotte capacità respiratorie.

I concentratori di ossigeno funzionano in modo alternativo, poiché filtrano i gas presenti nell’atmosfera, come ad esempio l’azoto, e quindi immagazzinano solamente l’ossigeno che serve al paziente. Si tratta di dispositivi che funzionano con alimentazione elettrica, quindi chi sceglie di impiegarli deve sempre avere una scorta di ossigeno a portata di mano nel caso di black out, ma per la cura domestica si rivelano molto utili in quanto leggeri e soprattutto contenuti nelle loro dimensioni.