Cure termali

Nel nostro Sistema Sanitario Nazionale sono previste agevolazioni per coloro che devono sottoporsi alle cure termali per motivi di salute. Alle cure termali si può accedere, in regime di convenzione, con la ricetta medica del proprio medico curante o dello specialista. Sulla ricetta va specificata la diagnosi ed il ciclo della cura.

Ticket ricetta cure termali

Il costo del ticket previsto sulla ricetta per la prescrizione di cure termali è fino ad un massimo di 50 euro. Sono esonerati dal pagamento del ticket le seguenti categorie di pazienti:

  • Età inferiore a 6 anni o superiore a 65 anni che presentano un reddito inferiore a 36151,98 euro annui
  • Affetti da neoplasie maligne
  • In attesa di trapianto
  • Con pensioni al minimo di età superiore a 60 anni
  • Disoccupati
  • Con reddito inferiore a € 8263.31 aumentato fino a € 11362.05 con coniuge a carico e di un altri € 516.46 per ogni figlio a carico
  • Affetti da malattie croniche o invalidanti
  • Invalidi di guerra con pensione diretta vitalizia, i grandi invalidi per servizio, invalidi civili al 100% e i grandi invalidi del lavoro.

E’ bene ricordare che a carico del Sistema Sanitario Nazionale si può usufruire di un solo ciclo di cure termali l’anno. Hanno diritto a più cicli di cure solo:

  • Gli invalidi di guerra titolari di pensione diretta vitalizia
  • I grandi invalidi per servizio
  • Gli invalidi civili al 100%
  • I grandi invalidi del lavoro

Si ricorda che il ciclo di cure termali va eseguito nell’arco di massimo tre settimane consecutive.

Esenti totalmente dal pagamento anche della quota fissa per ricetta, che è pari a 3,10 euro, sono:

  • Invalidi di guerra appartenenti alle categorie dalla 1^ alla 5^, dalla 6^ alla 8^ (solo pat. Invalidanti)
  • Invalidi per servizio appartenenti alla 1^ categoria
  • Invalidi civili con invalidità del 100%
  • Invalidi civili con assegno di accompagnamento
  • Grandi invalidi del lavoro
  • Non vedenti civili
  • Minori di 18 anni con indennità di accompagnamento

Esenti parzialmente, ovvero pagano la quota fissa di 3,10 euro:

  • Invalidi per servizio appartenenti alle categorie dalla 2^ alla 5^, dalla 6^ alla 8^ (solo patologie invalidanti)
  • Invalidi civili con invalidità superiore a 2/3 e fino al 99%
  • Invalidi per lavoro e malattie professionali con invalidità superiore a 2/3 e fino al 79%, con invalidità inferiore a 2/3 (solo patologia invalidante)
  • Sordomuti
  • Esenti per patologia (solo patologia invalidante)
  • patologie neoplastiche maligne

Il medico curante deve indicare sulla ricetta il corretto numero di esenzione.

Patologie ammesse per cure termali

Le patologie ammesse per le cure termali a carico del Sistema Sanitario Nazionale sono le seguenti:

– Malattie reumatiche (artrite reumatoide, osteoartrosi ed altre forme degenerative, artrosi diffuse, esiti di interventi ernia del disco, reumatismo articolare acuto, reumatismi extra articolari, fibromiositi).
Per queste forme è previsto un ciclo di fangoterapia con o senza bagni, 12 fanghi e/o 12 fanghi 12 bagni.
 
– Per lombalgie di origine reumatica, osteoporosi, periartrite, spondilite, spondiloartrosi, tendiniti sono previsti 12 fanghi + 12 bagni.

– Malattie delle vie respiratorie (prevenzione e cura) sindrome bronchiale cronica, laringofaringite cronica, sinusite cronica o sindrome rinosinusitica cronica, rinopatia vasomotoria. Sono previste 12 cure inalatorie: 4 inalazioni, 4 aerosol, 4 polverizzazioni.

Per le bronchiti croniche semplici sono previsti 12 inalazioni e 12 aerosol.
 
Per le forme di tracheo bronchite cronica e broncopneumopatia cronica sono previsti 12 ventilazioni polmonari, 12 inalazioni e 12 aerosol.

– Malattie O.R.L. (sindrome rinosinusitica bronchiale cronica, laringofaringite cronica, sinusite cronica, sindrome rinosinusitica cronica, rinopatia vasomotoria, stenosi tubarica, otite catarrale cronica, otite purulenta cronica, ipoacusia rinogena). Ciclo per sordità rinogena, 12 insufflazioni endotimpaniche e 12 cure inalatorie. 

– Cura e prevenzione Malattie ginecologiche (leucorrea persistente da vaginiti croniche aspecifiche o distrofiche, annessite, salpingite, cervicovaginiti), sono previsti 12 irrigazioni vaginali e 12 bagni terapeutici. 
 
– Cure termali per le Malattie dell’apparato gastroenterico (sindrome dell’intestino irritabile con stipsi, dispepsia gastroenterica e biliare): cura idropinica con 12 cure idropiniche e 12 docce rettali. 
 
– Malattie vascolari (postumi di flebopatie croniche, insufficienza venosa cronica): ciclo di cura per vasculopatie periferiche 12 idromassaggi e/o 12 idrokinesi vasche deambulatorie.
 
– Malattie dermatologiche (psoriasi in fase di quiescenza, eczema e dermatite atopica, eczema costituzionale, eczema da contatto, dermatite su base allergica): Balneoterapia (12 bagni)

– Malattie dell’apparato urinario (calcolosi delle vie urinarie e sue recidive): 12 cure idropiniche.