Come stappare orecchie

Avere le orecchie tappate è capitato a tutti almeno una volta e torna sempre utile sapere come stappare orecchie, per avere la soluzione a portata di mano.

In condizioni fisiologiche, la pressione esercitata dall’aria sui timpani è uguale da entrambi i lati, ma può capitare che le pressioni esercitate varino in modo differente, portando ad avere le orecchie tappate. Sono molteplici le cause che possono determinare i tappi orecchie e la soluzione da adottare varia a seconda del fattore che ha scatenato il problema.

Principali cause orecchie tappate

Sono varie le cause che possono determinare la formazione di tappi alle orecchie. Per sapere come stappare orecchie nel modo migliore è utile essere informati sulle possibili cause.

1. Infezioni respiratorie

Una delle cause più frequenti delle orecchie tappate sono le infezioni respiratorie e fra queste soprattutto le infezioni che colpiscono il tratto respiratorio alto. Tra le cause principali si annoverano dunque il raffreddore e la sinusite, la quale nella forma cronica dà anche diritto all’accesso alle cure termali.

Il tappo alle orecchie è determinato dal fatto che il muco prodotto in eccesso va ad occupare ed ostruire il condotto che mette in comunicazione la cavità nasale con l’orecchio.

2. Contatto con l’acqua

Un’altra causa di tappi orecchie è il contatto con l’acqua. Questo spiega perchè i nuotatori utilizzino tappi appositi per evitare che l’acqua possa tappar loro le orecchie ed anche perchè nel periodo estivo aumenta la necessità di capire come stappare orecchie.

Da sottolineare anche che l’acqua, quando entra in contatto con le orecchie, non solo può tapparle, ma può configurarsi anche come veicolo di microrganismi e sostanze dannose, portando talvolta a delle infezioni auricolari.

3. Altitudine

Salire in quota comporta talvolta il tapparsi delle orecchie, con una transitoria riduzione dell’udito. Non è insolito che il viaggio in aereo determini un tapparsi delle orecchie momentaneo, così come quando si soggiorna ad altitudini diverse da quelle a cui si è abituati.

4. Tappo di cerume

La riduzione dell’udito si può avere anche per la formazione di un tappo di cerume. Solo di rado un tappo di cerume può comportare problemi rilevanti all’orecchio, nella maggior parte dei casi non si nota o si avverte solo una più o meno lieve riduzione della capacità uditiva.

Come stappare orecchie: i migliori consigli

Definite le cause che possono portare ad una riduzione dell’udito, vediamo ora come stappare orecchie seguendo alcuni semplici consigli.

1. Rimuovere il tappo di cerume

Quando le orecchie sono tappate per la presenza di un tappo di cerume bisogna procedere con la sua rimozione. Per rimuovere il tappo è necessario rendere il cerume più malleabile e di più facile espulsione.

A questo scopo si può utilizzare la cerulisina, efficace soluzione isotonica di acqua di mare ideale per la pulizia delle orecchie e per l’eliminazione dei tappi di cerume. Per un’operazione più facile si consiglia di utilizzare il pratico kit per la pulizia delle orecchie.

2. Fare suffumigi

I suffumigi sono una soluzione idonea per stappare le orecchie quando la causa alla base della riduzione dell’udito è un’infezione respiratoria.

Il consiglio è mettere dell’acqua a bollire, aggiungendo del sale grosso oppure poche gocce di eucalipto o di lavanda. Quando l’acqua inizia a bollire, inalare il vapore con la bocca e con il naso, per decongestionare sia il naso che le orecchie.

I suffumigi sono un ottimo rimedio da segnalare quando si parla di come stappare orecchie, efficaci in molti pazienti affetti da un’infezione del tratto respiratorio superiore.

3. Sbadigliare e masticare

Talvolta le orecchie sono tappate non per la presenza di un tappo di cerume o per un’infezione respiratoria, ma per le differenti pressioni esercitate. E’ il caso ad esempio di chi fa immersioni, di chi sale in quota e di chi viaggia in aereo.

Stabilire la causa è importante per capire come stappare orecchie, perchè in questo caso basta lavorare sulla tromba di Eustachio, condotto che mette in collegamento l’orecchio medio con l’orofaringe.

Quando si sbadiglia e quando si mastica si ha una contrazione di un ampio gruppo di muscoli, alcuni dei quali portano a movimenti della tromba di Eustachio, con conseguente variazione della pressione e sollievo dalle orecchie tappate.